Perché il 2020 è stato un anno eccezionale

Condividi articolo:
Il 2020 era cominciato con grandi aspettative, lo stesso numero ha ingannato tutti (astrologi compresi!!!) forse per la simmetria e omogeneità delle cifre che lo compongono. Chi avrebbe mai potuto immaginare che nel XXI secolo il mondo intero potesse inginocchiarsi davanti a un virus? Il Covid-19 è arrivato all’improvviso come un fulmine a ciel sereno e in poche settimane ha costretto i vari paesi a prendere delle misure drastiche nel tentativo di limitare i contagi.
Il mondo è indubbiamente cambiato e per alcuni il bilancio è stato tragico, chi ha perso un parente, chi il lavoro, chi ha visto il proprio stile di vita cambiare e anche molto rapidamente. Ad altre persone, il 2020 è riuscito a regalare delle gioie, come l’arrivo di un bebè o una nuova opportunità di lavoro. Tuttavia, dobbiamo fare un bilancio personale dell’anno in questione, anche alla luce delle feste in corso e del significato che queste hanno per noi.
La nostra libertà, per forza di cose, è condizionata da nuove regole e limitazioni che hanno ribaltato il nostro quotidiano. Questa situazione ci fa rinunciare alle cose che prima davamo per scontate: dai momenti più semplici che si trascorrono con gli amici, alle vacanze all’estero eccetera eccetera. Perché il 2020 è stato un anno eccezionale per certi versi? Ci sta insegnando a dare valore alle piccole cose, a tutto ciò che prima davamo per scontato. 
Se guardiamo a 12 mesi fa non avremmo mai pensato di vivere un Natale come questo, eppure eccoci oggi confinati nelle nostre case, per molti questo periodo si permea di emozioni e pensieri che difficilmente dimenticheremo. 
Il Natale è puro amore e dobbiamo ricordarci che l’amore non è confinabile in un Comune o in una data sul calendario. L’amore da solo non basta, perché sia vero amore è necessario che si traduca in azione quotidiana, diremo che è una scelta quotidiana che possiamo decidere di realizzare in tanti modi e ogni segno Zodiacale ha le sue modalità. 
Di fronte a un’emergenza di questa portata si vive un momento di grande incertezza, ecco perché è importante che si riesca a mantenere viva la speranza di un futuro migliore, all’insegna della riflessione e perché no della meditazione, della scoperta e riscoperta di ciò che conta veramente per tutti noi

 

 

Facebook Comments

Diana

"Si vive una volta sola, ma se lo fai bene, una volta sola è abbastanza"
Diana
Condividi articolo:

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *