La trappola della felicità. Come smettere di tormentarsi e iniziare a vivere

Condividi articolo:
Il libro “La Trappola della felicità” nasce dalla penna dello psicoterapeuta australiano Russ Harris, uno dei pionieri della Acceptance and Commitment Therapy (ACT), terapia divenuta famosa e sotto certi aspetti rivoluzionaria perché affermava di poter in sole quattro sedute ridurre del 70% i ricoveri da attacchi di panico e nevrosi attraverso una serie di esercizi di respirazione finalizzati a migliorare lo stato interiore delle persone.
Molti operatori del settore (come psicoterapeuti e mental-coach) che non conoscevano questo approccio alla gestione della sofferenza, hanno rivisto le loro tecniche e i loro programmi di cura perché positivamente colpiti da questa terapia.
Venendo al libro, la prima parte si concentra sul modificare il modo con cui ci relazioniamo ai nostri pensieri, non cerca di correggerli e ciò è in linea con i concetti di mindfullness, che a sua volta si ispira alle religioni orientali, in particolare al Buddismo.
La seconda parte del libro fa riferimento ai valori, cioè ai principi ideali in base ai quali l’individuo regola le scelte del proprio comportamento (ad esempio l’amore per la famiglia, l’umiltà, ect.). I valori vanno distinti dagli obiettivi, che sono i risultati desiderati nella vita (ad esempio diventare ricchi, sposarsi etc.).
Una volta consapevole dei propri valori, si può agire in base ad essi, perché se io conosco me stesso allora sono consapevole di me, non esiste la consapevolezza senza conoscenza.
Immagina di voler realizzare un tuo obiettivo, la metafora che ti propongo è quella della barca in balia del mare, sottocoperta ci sono i mostri di cui hai più paura (sia a livello professionale che personale) tutto ciò ti crea ansia, ma sai che finché tu continuerai a navigare senza obiettivi loro resteranno sottocoperta, non usciranno ma se punti diritto al tuo obiettivo, salteranno fuori, hai dunque due possibilità:
Rinunciare al tuo obiettivo perché troppa é la paura e l’ansia che ti provocano oppure proseguire nel tuo obiettivo con la certezza che dovrai affrontarli. Noi non possiamo evitare i nostri demoni, ci saranno sempre, ma la bella notizia è che questi demoni non possono farci niente, non possono farci del male, i demoni sono solo pensieri, parole nella mente, emozioni, cioè percezioni del corpo.
Qual è quindi il prezzo che sei disposto a sostenere per raggiungere i tuoi obiettivi? Sei disposto a guardare quel demone in faccia finché lui non abbasserà lo sguardo?
Lo scopo principale del libro è fornire gli strumenti necessari per uscire dalla trappola della felicità e scoprire che alla fine l’unico vero nemico che dobbiamo sconfiggere è in noi stessi.
Se ti ho incuriosito e vuoi leggere questo libro clicca qui:
La trappola della felicità. Come smettere di tormentarsi e iniziare a vivere
Facebook Comments

Diana

"Si vive una volta sola, ma se lo fai bene, una volta sola è abbastanza"
Diana
Condividi articolo:

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *